Il mistero degli Etruschi

Gli etruschi delle Città del Tufo è un itinerario in bici elettrica a carattere archeologico e naturalistico, adatto a tutti anche ai neofiti della bicicletta. 

Con questo itinerario potrete immergervi alla scoperta della cultura etrusca che ha caratterizzato la storia e le origini delle Città del Tufo. 

 

Verso Sovana 

Con partenza dall’Hotel della Fortezza dirigetevi in direzione Sovana. Alla fine della prima risalita è già tempo di una breve sosta per ammirare il panorama di Sorano dal parco di San Rocco, dove potrete osservare la piccola necropoli rupestre non ben conservata che si trova integrata all’odierna terrazza panoramica. 

Riprendete le bici e percorrere le strade secondarie tra vigneti e uliveti che vi condurranno fino all’ingresso dell’area archeologica di Sovana. 

Una volta arrivati alla biglietteria potrete ritirare le vostre audioguide e cominciare la visita della necropoli e delle tombe monumentali. 

Riprendete la strada provinciale in direzione Nord ma prima di raggiungere il borgo è necessaria una breve sosta per andare a scoprire la bellezza della Via Cava di San Sebastiano. 

Risaliti in sella e raggiunta la piazza di Sovana al lato del palazzo del Pretorio, potrete visitare il museo di San Mamiliano dove è custodita un’importante collezione di monete d’oro del II sec. d. C. 

All’uscita del museo vi consigliamo di completare il giro del borgo passando davanti al Duomo per tornare poi sulla strada che vi condurrà verso Pitigliano.

 

La vecchia strada per Pitigliano

Uscendo da Sovana prendete la vecchia strada di collegamento verso il borgo di Pitigliano, in parte sterrata e in parte asfaltata: è il momento di godere di tutto il bello delle campagne del sud Toscana. 

Arrivati sulla strada provinciale in prossimità del fiume Lente potrete godervi lo spettacolo delle vie cave di San Giuseppe e Fratenuti. 

Riacquistate concentrazione e mettere il turbo per risalire il borgo. Vedrete che con l’assistenza delle HaiBike affrontare la salita sarà una vera passeggiata. 

Risalite in fila indiana prestando attenzione alle macchine, la strada è stretta e più frequentata. 

Arrivati a Pitigliano, raggiungete il nostro bar preferito per un buon aperitivo nella piazza del Duomo. 

Una volta rinfrescati, completate il giro del borgo e scoprirete un vero gioiello di archittettura medievale.

Raggiunta la piazza della Repubblica è tempo di parcheggiare le vostre eBike ed entrare all’interno della fortezza Orsini per la visita del museo civico Etrusco che custodisce importanti ceramiche e oggetti provenienti dalle vicine necropoli.

 

Il panorama di Pitigliano e poi verso Sorano 

Siete pronti per ripartire? Il nostro consiglio è di non seguire le indicazioni per Sorano ma di risalire in sella e giù in discesa per poi azionare il turbo per la salita verso la chiesa Madonna delle Grazie, dove vi aspetta uno dei panorami più suggestivi dell’intera Toscana. 

Proseguiamo in direzione Sorano lungo l’altopiano del pantano, circondati da campi coltivati, aziende agricole e con un ultimo tratto di provinciale. 

Arrivati all’ingresso del borgo di San Quirico, prendiamo nuovamente la strada sterrata per un ultimo tratto di campagna prima di raggiungere nuovamente Sorano. 

Durante la vostra escursione ricordatevi di taggare #maremmaebike nei vostri post. 


contenuto